Per qualsiasi problema scrivi a [email protected]
Diventa Tatuatore 2020© LDG Development limited
No registrato: C 84665. Level G, (office 1/986) Quantum house 75, Abate Rigord Street, XBX 1120, TA'XBIEX, MALTA
Articolo: " Come Gestire Appuntamenti"
Parliamo di diverse modalità su come spingere il nostro cliente verso la nostra direzione e farlo prendere l'appuntamento con noi.

Può capitare che il nostro cliente ritardi con la presa della decisione e proprio per questo dobbiamo conoscere qualche tecnica che ci aiuti a spingerlo nella direzione giusta.

All'inizio della mia carriera usavo solo il cellulare e piano piano sono riuscito a portare la gestione su facebook e devo dire che è la soluzione migliore. Per aiutarmi nella gestione faccio le tabelle delle provenienze. Nei primi tempi le persone chiederanno solo informazioni e i primi 5/10 minuti sono fondamentali, sono quelli in cui dobbiamo conquistare il nostro cliente.

Spesso i tatuatori si sentono superiori rispetto agli altri e hanno la puzza sotto il naso ( dobbiamo assolutamente non essere come loro ) invece ribadisco che noi dobbiamo comportarci come se fossimo con un amico. Anche se alle volte ci troveremo davanti delle persone che indossano la maschera di superiorità e vorranno essere meravigliati da voi per accettare di essere tatuato. In questi casi non dobbiamo essere scontrosi ma cercare di smorzare la situazione.
Generalmente il nostro scopo è sempre quello di fissare un appuntamento fisicamente, in modo che la persona viene da voi e vi conoscete, anche per delle semplici informazioni.
Nei scenari ( che si presenteranno molto spesso ) peggiori può succedere che ti chiedono di fare uno schizzo e poi non si presentano mai più. In questi casi la soluzione può essere di dire : fissiamo da subito l'appuntamento e quando vieni scegliamo il disegno e lo customizziamo insieme ( lo costruisci davanti alla persona ) e se non ti piace pazienza non succede nulla e non lo facciamo.

E' un frame che funziona molto bene perché da un lato dimostri la tua professionalità e serietà e dall'altra un po' in colpa in quanto ti sei impegnato.
Nel caso della richiesta del preventivo invece dobbiamo essere molto vaghi in quanto non possiamo sapere a priori quanto costerà veramente, solo con esperienza potremo sparare le cifre.
Cerchiamo di arrivare sempre al sodo quando si tratta di richieste di informazioni facendo proposte tipo : mercoledì sono libero, vieni!
Ci sono dei casi bizzarri come : voglio fare un lavoretto! La nostra risposta deve essere : certo! Cosa vuoi fare?
Vedersi è sempre meglio perché scrivendo si può interpretare male.

Di seguito vi do qualche consiglio per organizzare la gestione al meglio possibile.
Consiglio come agenda il google calendar con le seguenti categorie di appuntamenti:
1) P = passare ( solo per conoscersi )
2) D = disegno ( una cosa più definita )
3) S = schizzo ( un disegno più veloce )
4) T = tatuaggio
Esempio : Francesco P/D/S/T

Se Francesco porta Andrea allora segno Andrea ( Francesco T ).
Faccio così per creare uno storico ben preciso e per evitare le dimenticanze e problemi del tipo sconto, cioè quando un cliente ti chiede sconti dicendo che ti ha portato mille persone e in realtà magari te ne ha portate solo una!
Questi rifermenti sono molto utile quando andiamo a creare la notifica ai nostri clienti, specificando a loro cosa avete programmato insieme.
Queste notifiche sono importanti perché le persone spesso fraintendono o si dimenticano e così facendo togliamo ogni dubbio a loro. E non dimentichiamoci di scrivere di dare la conferma!

Per la mia esperienza vi consiglio di mandare queste notifiche sempre 2 giorni prima dell'appuntamento e poi ancora 1 giorno prima. Si deve mettere in chiaro fin da subito anche il fatto che se la persona non può venire deve avvisare dicendo : se non vieni avvisami che metto altra gente in quello spazio ( creare l'importanza e serietà a quello che stiamo facendo ).

Il cliente deve essere si un nostro amico ma deve essere soprattutto rispettoso nei nostri confronti e se alla fine non viene lo stesso, pazienza, non prendiamolo sul personale.
Tutto questo sistema serve per dimostrare la propria serietà in modo che noi possiamo guidare sempre il processo e non la volontà del cliente!
Consiglio anche di non perdere tempo nel fare gli schizzi ma piuttosto cercare su google le immagini simile e poi andare eventualmente a modificarle.

Ci possono essere anche momenti brutti quando il cliente non è soddisfatto per niente del lavoro. Ricordiamoci però che è il processo che conta, come abbiamo fatto sentire la persona nel mentre, questa potrebbe essere la nostra giustificazione.

Nel caso più estremo però ovviamente se la persona è arrabbiata con voi l'unica cosa che possiamo fare è non farle pagare, anziché perdere un cliente che andrà a parlare male di voi rovinando la vostra reputazione. Quando si è all'inizio del percorso e non siamo ancora molto bravi la cosa migliore sarebbe di dire subito la verità, in maniera intelligente, dicendo che non sai come potrebbe venire fuori il lavoro finale. Le persone apprezzano la verità e ci serve anche per dividere le responsabilità fra noi e il cliente.


Parlando invece di spostamenti degli appuntamenti, consiglio di far pesare un po' la cosa ai nostri clienti anche se non abbiamo l'agenda piena dobbiamo farli aspettare mentre la controlliamo ( creare valore ).
Ricordiamoci le regole igieniche sempre… Se dobbiamo prendere un appuntamento e rispondere alla chiamata mentre stiamo lavorando dobbiamo seguire tutte le procedure igieniche, ovvero togliere i guanti prima di rispondere e buttarli perché quando riprendiamo dobbiamo metterli nuovi.

Domande fondamentali da fare al cliente quando prendiamo l'appuntamento :
a) Quando e come
b) Tipo di tatuaggio
c) Dimensione
d) Il posto
e) Colorato o bianco e nero
f) Se si fa in una volta
g) Prezzo ( solo se richiesto dal cliente e nel caso chiedere il suo budget )

Se vediamo che la persona sta esitando nel dire quando vuole venire è meglio usare questo frame : se vuoi.. quando sei pronto vieni
Ci può capitare che la persona ci chieda da subito uno sconto, la nostra reazione deve essere sempre neutra, è meglio rispondere : certo che lo facciamo! Così evitiamo di impostare da subito le barriere.
In fine aggiungo che per quanto riguarda la pubblicazione sui social dei propri lavori, non mettete tutto quanto ma selezionate solo i lavori migliori!
Made on
Tilda